[vc_row][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]

Servizio di Interpretariato

“Professionista incaricato di rendere possibile, mediante una tempestiva traduzione, il colloquio o la corrispondenza fra persone di lingua diversa”.
Dal latino interpres -ḝtis, in origine ‘mediatore, sensale’.

L’interprete si occupa della traduzione a livello orale, a differenza del traduttore, aumentando la difficoltà e le competenze necessarie. Proprio per questo si dice che chi è un traduttore non può essere un interprete, viceversa, chi fa l’interprete può essere anche un buon traduttore.

  • Interpretazione simultanea/di conferenza: l’interprete traduce simultaneamente, in tempo reale, il discorso dell’oratore dalla lingua di partenza nella lingua di arrivo. E’ necessario l’utilizzo di apparecchiature tecnologiche (cabina insonorizzata dotata di cuffie e microfono) per poter trasferire il discorso a tutti gli ascoltatori presenti. Data la complessità del lavoro dovuta alla contemporaneità delle azioni di ascolto, traduzione ed enunciazione di testi quasi sempre altamente tecnici e complessi e l’elevata capacità di concentrazione richiesta, gli interpreti simultanei lavorano in team di due persone per cabina alternandosi a intervalli regolari, genericamente di circa 30 minuti. Per la difficoltà di questa prestazione è necessario aver svolto un percorso formativo specifico, con uno studio linguistico teorico e pratico di alto livello.
  • Interpretazione consecutiva: l’interprete non si avvale di nessuno strumento tecnico, se non di un blocco per la presa di appunti. L’interprete si alterna al relatore, ascoltando porzioni di testo della durata variabile mentre prende appunti per poi ricostruire il discorso dell’oratore nell’altra lingua, raddoppiando così la durata dell’intervento. In questo caso, a differenza della simultanea, è spesso sufficiente un solo interprete per lingua.
  • Interpretazione di trattativa: questa tecnica prevede l’interpretazione di brevi segmenti di discorso senza l’ausilio di strumentazioni o altri supporti. E’ possibile utilizzare questa tecnica durante riunioni di lavoro, B2B, meeting aziendali.
  • Chuchotage: è la variante “sussurrata all’orecchio” della simultanea. In questo caso non vi è alcun bisogno di attrezzature particolari (cuffie, microfono, cabina), in quanto l’interprete si pone a fianco dell’ascoltatore, a cui trasmette a bassa voce la traduzione.

Le tariffe dell’interpretariato comprendono non solo il servizio di lavoro svolto nel giorno della manifestazione, ma anche la preparazione che precede la prestazione e l’attività di ricerca sul tema e sulla terminologia specifica. Un interprete, infatti, per quanto competente, preparato e professionale possa essere, non è un vocabolario vivente.

La preparazione necessaria è sinonimo di alta professionalità e garanzia di qualità della prestazione svolta ed è parte integrante del lavoro di un interprete.[/vc_column_text][mk_button dimension=”flat” corner_style=”rounded” size=”large” url=”/preventivo” margin_top=”15″]RICHIEDI UN PREVENTIVO[/mk_button][/vc_column][vc_column width=”1/3″][mk_image src=”http://www.traduzionifm.com/wp-content/uploads/2015/10/interpretariato.jpg” image_width=”505″ image_height=”554″ crop=”false”][/vc_column][/vc_row]